Kuboraum, geometria di un brand

Concepiti come “architetture” da indossare, gli occhiali di Kuboraum sono uno strumento e un luogo da cui guardare il mondo secondo il proprio punto di vista e la propria personalità. A metà tra oggetto di design e opera d’arte, questo brand tedesco ma dall’artigianalità italiana, unisce le linee e i volumi fortemente squadrati dell’architettura con materiali e tecniche esclusivamente made in Italy.

Indossati da personaggi come Marina Abramovic, Lebron James, Gerard Butler, Raoul Bova e Cesare Cremonini, gli occhiali di Kuboraum sono una delle nuove frontiere del design dell’occhiale.

Gli occhiali da sole tra design e moda

Gli occhiali fecero la loro prima comparsa con ogni probabilità nel XII secolo a Venezia, fabbricati dagli artigiani vetrai di Murano. Dai quei primi modelli medievali, la storia dell’occhiale si è evoluta e trasformata fino ad arrivare alle straordinarie sperimentazioni che vediamo oggi. Lontani dall’essere solo un oggetto, gli occhiali sono indissolubilmente legati al tema della percezione visiva e della nostra visione del mondo di cui le lenti sono un filtro e un tramite.

Negli ultimi decenni, infatti, il design degli occhiali è diventato un settore in cui lavorano creativi di ogni campo, da brand di arredamento e design di interni a celebri architetti: si tratta di un prodotto sempre più ricercato e la cui progettazione cerca di sfidare costantemente ogni tradizione e consuetudine.

Nati nella capitale tedesca e prodotti a Belluno, gli occhiali di Kuboraum sono concepiti in opposizione all’estetica dominante nel mondo dell’eyewear come esplicita affermazione di indipendenza da logiche di mercato e da un appiattimento dell’espressione estetica individuale. La mission del brand è proporre un nuovo punto di vista attraverso la reinterpretazione di un oggetto di uso comune che, dunque, si avvicina più al mondo del design e dell’arte che a quello degli accessori.

Un esempio? Nel 2013 Kuboraum ha lanciato una limited edition – la collezione Burnt – che si basa su una speciale tecnica artigianale che brucia (da qui il nome) la superficie di ogni paio di occhiali, rendendolo così unico e diverso dagli altri.

Kuboraum: una maschera da cui guardare il mondo

Progettati interamente a Berlino e realizzati in Italia, gli occhiali Kuboraum sono un mix perfetto tra artigianalità made in Italy e estetica berlinese.

Il confine tra accessorio di moda e oggetto di design è labile, se non inesistente, tanto che i creatori stessi non parlano di occhiali ma di “mask” ovvero maschere: come si legge sul sito del brand, “i Kuboraum sono maschere disegnate sul volto di chi le indossa, maschere che mettono in risalto la personalità ed evidenziano il carattere.” La mission dei tre designer fondatori è quella di proporre un modo per differenziarsi ed esprimere la propria unicità in un mondo sempre più spinto verso la massificazione e l’omologazione da un punto di vista estetico.

Si tratta, infatti, di oggetti unici nel loro genere, che sfruttano l’idea di dissimulazione e di scherzo legata al concetto di maschera. Indossare gli occhiali è come un gioco con il proprio viso che viene trasformato in modo originale e ironico. Il nome Kuboraum significa “stanza cubica” in tedesco: l’obiettivo del brand, infatti, è di proporre non “solo” un paio di occhiali, ma un vero e proprio spazio – una camera come si legge sul sito – dove è possibile ripararsi, vivere la propria intimità e, soprattutto, esprimere la propria identità liberamente.

Gli occhiali di Kuboraum, dunque, non sono un semplice oggetto inanimato, ma, indossandoli, cambiano la percezione di sé poiché “queste maschere rappresentano camere cubiche, una nuova dimensione dove possiamo sentirci a nostro agio con noi stessi e con il mondo che ci circonda”.


Fonti immagini:

Close

Iconeel

Leggi, guarda e scegli, perché lo stile deve sempre vedere oltre

Close

Accedi

Close

Cart (0)

Il carrello è vuoto Nessun look scelto!

Iconeel

Leggi, guarda e scegli, perché lo stile deve sempre vedere oltre